Number 23 frasi film

Number 23: Frasi Film

In Thriller by VallyLeave a Comment

Number 23: Frasi Film
Film del 2007 diretto da Joel Schumacher.
Un numero, il 23, una narrazione e un libro. Aggiungiamo Jim Carrey nei panni del protagonista e avremo un film che ci resterà impresso per molto tempo.
Il protagonista, Walter, inizia a leggere un libro e mano a mano che prosegue nella lettura, si identificherà sempre di più col protagonista letterario, fino ad arrivare a un serio disturbo ossessivo provocato dal numero 23.

Questo numero! Questo cazzo di numero! Il ventitré! Il padrone della mia vita. È colpa di mio padre, disse di aver trovato il modo di batterlo, di averlo sconfitto e che io ero salva. Disse: “papà ti vuole bene, farà qualcosa per evitare che ti capiti questa maledizione!” Si sbagliava: la sua promessa non valse neanche il sangue su cui era scritta. Non credo che mi volesse abbastanza bene! È dappertutto nelle date, nell’ora, sulla targa della macchina, sulle pagine dei libri, anche nei led luminosi dell’ascensore. Presto scoprii che era anche nel mio nome, nelle parole che pronunciavo. Niente! Niente è al sicuro! Rosa è il mio colore preferito. Da che è composto il rosa? Rosso che è sessantasei più bianco che è quaranta, centosedici. Centosedici meno rosa che è quarantasette, sessantanove. Sessantanove diviso tre, ancora quel cazzo di ventitré! Walter

Number 23 frasi film

Isaac- Gli appassionati di congiure direbbero che è ovvio. Dopotutto la Terra ruota su un asse inclinato di ventitré gradi, se affermi che in realtà sono ventitré e cinque, loro ti rispondono che cinque non è altro che due più tre. Il ventitré è perfetto per questo giochino, si presta.

Walter – Giochino?

Isaac- Sì. È paranoia! C’è molta letteratura sull’enigma del ventitré.

Walter- Davvero?

Isaac- Ventitré sono gli assiomi della geometria euclidea. Le cellule somatiche contengono quarantasei cromosomi, ventitré da ogni genitore. Il sangue compie la circolazione in ventitré secondi. I Maya credevano che il mondo sarebbe finito il 23 dicembre del 2012. Venti più dodici fa?

Walter- Ventitré al contrario. Oppure venti più uno più due. E quindi che cos’è? Cos’è questo ventitré? È Dio?
Isaac: Due diviso tre fa 0,666. 666 è il numero del diavolo. Ci sono solo ventidue capitoli nel libro dell’Apocalisse e sappiamo tutti come finisce!

Walter- Quindi il ventitré porta bene oppure no?
Isaac- La verità è che c’è un ristretto gruppo di persone che ha piacere nel perpetuare la sua cattiva fama. Il sette è fortunato, il tredici sfortunato, gli scarpini fortunati dei giocatori. Le persone pregano perché credono che Dio le aiuterà se lo fanno. Si tratta di una credenza magica, un ragionamento causale, non scientifico. Tu lo stai cercando il ventitré e quindi lo trovi.

Leave a Comment