Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno)

Pomodori Verdi Fritti

In Commedia, Dramma, Emozione by Vally

Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno) è un grande film del 1991, tratto dal libro di Fannie Flagg Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop.

“Ci sono persone magnifiche su questa terra, che se ne vano in giro travestite da normali esseri umani”.

Grandi temi sono affrontati in Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno), amicizia, amore, violenza, razzismo, ma il tutto viene presentato con delicatezza ed eleganza.
La grande amicizia descritta dalla signora Ninny (Jessica Tandy) a Evelyn tra due donne ribelli e anticonformiste Idgie e Ruth, mostra gli anni ’30 degli stati del sud americani, in cui il razzismo è dilagante, insieme alla violenza sui più deboli gratuita e impunita.

Perché lei è la migliore amica che possa esistere e io la amo“.

“Se non sei un politico, allora sei un bugiardo di natura”.

Le differenze di Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno) con il libro sono notevoli:

– Le due donne che nel film sono legate da grande amicizia, in realtà, nel romanzo sono innamorate.

– La morte di Ruth nel film avviene in una scena romantica con Idgie, mentre nel libro una sua domestica di colore le pratica l’eutanasia, all’insaputa di tutti.

– Nel libro la RICETTA dei Pomodori Verdi Fritti è presentata nelle ultime pagine.


La COLONNA SONORA di Pomodori Verdi Fritti (alla fermata del treno) è What Becomes of the Brokenhearted di Jimmy Ruffin: